Guanti da donna, il modello Carla

Il modello Carla di Guanti Simeone: si tratta di guanti da donna impreziositi da dettagli femminili, ma c’è un segreto in essi: ecco qual è.

2380 guanto donna pelle black variante yellowSe in alcuni periodi della nostra vita abbiamo abbracciato un abbigliamento unisex, casual, non troppo caratterizzato, questo non accade in tutti i periodi della nostra vita. Perché ogni donna ama essere femminile e bastano pochi dettagli per rimarcare questa caratteristica. Non c’è necessità di scollature ampie, di gonne troppo corte, di tacchi troppo alti. Basta qualcosa che ci definisca, una sorta di piccolo particolare, qualcosa di davvero prezioso.

Preziosi sono infatti i dettagli dei guanti da donna modello Carla di Guanti Simeone, che sono dei guanti da donna classici in pelle nappa foderati internamente in cashmere 100%. Questo modello è da abbinare con uno stile di abbigliamento classico, elegante, ma anche informale in alcuni casi, l’importante è non creare eccessive discrepanze cromatiche. Questo modello presenta cuciture interne e bordo rifinito in pelle, mentre sul dorso del guanto c’è un fiocco con degli strass e pelle drappeggiata, che rendono il guanto molto, molto femminile.

La pelle, come sempre quando si parla di Guanti Simeone, è di alta qualità, scelta e tinta appositamente, per poi essere lavorata a mano con tecniche artigianali. Con questo modello si può spaziare con i colori della finitura interna, che può essere grigia, gialla, blu o bordeaux. È questo il segreto nascosto in questo modello di guanti, un segreto da rivelare di quando in quando il bon ton relativo all’indossare i guanti permette di toglierseli. Sono dei guanti bellissimi da sfoggiare in occasioni importanti e non, purché siano occasioni fortemente socializzanti. Perché questi guanti possono essere anche occasione di conversazione: il mondo della moda e vario e variegato, che questi guanti rappresentano un’interessante evoluzione nel panorama del mondo della moda.

Le nuove tendenze fantasia: abbinarle con gli accessori

Come ogni primavera-estate che si rispetti, una nuova fantasia è dietro l’angolo nel mondo della moda. Ma qual è il modo corretto con cui abbinare i propri accessori?

OLYMPUS DIGITAL CAMERAL’estate scorsa sono stati i pois. Ora ci sono i fiori, il tartan e molto altro. Le fantasie la fanno sempre da padrone quando arriva, nel mondo della moda, la stagione primavera-estate. La bella stagione sembra ispirare allegria. Messi da parte i colori cupi dell’inverno e pronti a scoprirsi sempre di più, coloro che si apprestano a vivere la primavera estate si ritrovano comunque con un dubbio annoso che si ripropone ogni anno: come abbino gli accessori?

La questione si ripropone ogni anno o quasi per una ragione: se l’anno scorso andavano di moda i pois, non è detto che quest’anno sarebbero tornati in auge, come in effetti è successo. Per cui, ci si ritroverà, per esempio con una serie di foulard a pois e l’impossibilità di abbinarli con i nuovi indumenti che verranno acquistati.

Niente paura: su queste pagine abbiamo già spiegato il principio del mix and match, ossia la capacità di abbinare fantasie diverse senza apparire mai fuori luogo. Il principio è fondamentalmente lo stesso, sebbene non tutti si ritroveranno a proprio agio a mescolare abiti con accessori fortemente caratterizzati.

Per chi si dovesse riconoscere in questa peculiarità, il consiglio è solo e soltanto uno: evitate di ricorrere ad accessori fantasia se poi non sapete con cosa abbinarli. Ognuno di noi deve possedere nel proprio armadio delle basi da cui partire, come per esempio una giacca nera, una gonna grigia o qualcosa di simile. Lo stesso vale per gli accessori. Se si vuole possedere un paio di guanti a pois, è sempre bene comprarne un altro paio, in tinta unita, con un colore abbastanza classico, come il nero o il blu scuro.

Guanti uomo, il modello Alberto

Come devono essere dei guanti in pelle da uomo? La semplicità la fa sempre da padrone, e così è con i guanti modello Alberto di Guanti Simeone. Quest’accessorio si presta a moltissimi stili e abbinamenti, proprio grazie alla sua versatilità e alla sua semplicità

0000 guanto uomo pelle chocolateI guanti da uomo rappresentano sempre una cifra stilistica assolutamente unica, tuttavia non sono fatti semplicemente per abbigliamenti eleganti e molto chic. Come i guanti modello Alberto, guanti da uomo di Guanti Simeone, che possono essere indossati con completi elegantissimi, ma anche con completi in velluto a coste, jeans, denim e molto altro. Perfetti da portare in macchina per isolare le mani dal volante e migliorare la presa, ma sono comunque un accessorio che non può mancare nel guardaroba di nessun uomo.

Ma quali sono le caratteristiche del modello Alberto? Si tratta di un paio di guanti da uomo in pelle nappa foderati internamente in lana 100%. Il modello presenta cuciture esterne con tre venature a rilievo sul dorso, uno spacco laterale con bordo rifinito in pelle e realizzato con pelli di alta qualità, appositamente scelte e tinte dall’azienda. I guanti modello Alberto sono inoltre lavorati a mano con tecniche artigianali, che affondano le loro radici nell’esperienza che si tramanda di generazione in generazione.

Sono assolutamente vestibilissimi e presentano una fattura raffinata e di grande qualità. La lavorazione artigianale delle pelli è infatti una grande tradizione in Campania e naturalmente lo è per Guanti Simeone: qui si realizzano accessori fatti per durare nel tempo, per essere belli e resistenti come avveniva in passato, affinché chi indosserà questi guanti li percepisca come qualcosa che rappresenti appieno la propria anima, la propria personalità. Da abbinare possibilmente con un  da uomo in pelle dello stesso colore, con una 24 ore, e con delle scarpe oppure stivaletti in pelle.

Guanti e foulard, come abbinarli

I guanti e i foulard o le sciarpe possono essere abbinabili tra loro? Ecco qualche consiglio.

Gli abbinamenti non sono mai facili, soprattutto quando si parla di accessori come guanti e foulard.

borsa con guanti in tinta forest greenTra gli accessori che sarebbe bello abbinare tra loro ci sono naturalmente soprattutto i guanti e i foulard o le sciarpe. Non sempre è possibile utilizzare questi oggetti nello stesso materiale. A volte si dispone di guanti in pelle o in nappa e un foulard in seta o in acrilico. Questo non significa però che queste cose non possano stare bene insieme.

Tutto ok quando i guanti e le sciarpe sono in lana: bisogna stare attenti solo al colore del proprio abbinamento, ricordando che per esempio verde e blu stanno bene insieme, rosa e viola anche, ma che il nero e il grigio sono dei passe par tout. Le fantasie possono anche essere mescolate, attraverso il mix and match, ma è davvero glamour presentarsi a un incontro magari con guanti e sciarpa scozzesi o a pois. Generalmente lana e pelle non cozzano tra loro, così come non cozzano guanti in pelle e sciarpa in seta, anche grezza e non lavorata. Se i guanti sono in pizzo o in seta, la sciarpa o il foulard è meglio sceglierli in tessuto leggero, ma è preferibile non siano di cotone.

Infine, per quanto riguarda la scelta della lunghezza dei guanti, questa dipende grosso modo anche dal resto dell’abbigliamento che si è scelto. Se si è optato per un outfit chic e raffinato, vanno bene anche guanti lunghi o al gomito, mentre se si è scelto un outfit casual i guanti corti sono una sorta di obbligo. I guanti corti, inoltre, stanno un po’ bene con tutto, purché realizzati con materiali di qualità, made in Italy e profondamente belli. La qualità e la lavorazione sono sempre dei forti indicatori del bello, per cui farsi guidare da queste caratteristiche non può essere mai un errore.

Accessori moda: perché e come si usano

Gli accessori moda definiscono il proprio look: di fronte a un’industria, quella dell’abbigliamento fatto in serie, si ha la necessità di esprimersi attraverso dettagli grandi e piccoli.

Pensiamo a una donna che si sta preparando per uscire. Forse sta andando al lavoro. Forse incontrerà un’amica o andrà a una cena galante. Forse ci scappa anche un afterhour in discoteca. O forse sta semplicemente andando a restituire i libri in biblioteca o a fare una passeggiata o un po’ di shopping. Qualunque cosa facciamo, naturalmente, ci dobbiamo andare vestite. Scegliamo con cura molto spesso i nostri abiti, le gonne, i jeans, le giacche, le camicette: perché non mettere allora lo stesso impegno nella scelta degli accessori?

Sotto il termine “accessori” ci va una gamma ampissima di prodotti che riguardano in particolare le scarpe, le borse, le cinture, i guanti, le sciarpe o i foulard, le pashmine, la bigiotteria e i gioielli. Con l’esclusione dei gioielli, il cui acquisto avviene esclusivamente in gioielleria, le ultime tendenze dimostrano che gli accessori vengono sempre più acquistati sugli store online.

Gli accessori servono a definire il nostro look, non semplicemente a completare il nostro outfit del momento, anche se per la verità aiutano. Gli accessori quindi ci distinguono le une dalle altre. Pensiamo a un abito fatto in serie e acquistato in un qualunque negozio in franchising. Lo proviamo, ci sta bene, lo portiamo a casa. Ma non è possibile che nel corso della prossima festa lo vedremo addosso a quella ragazza che non ci sta esattamente simpatica? Intanto, non dobbiamo farci prendere dal panico: se il vestito acquistato ci è piaciuto, vuol dire che l’acquisto valeva la pena. Inoltre, ogni abito va personalizzato: non è detto che le migliaia di donne che hanno acquistato lo stesso abito lo abbiano arricchito con una determinata collana o sciarpa, con un paio di guanti o una borsa in pelle realizzati artigianalmente. Questo è il presupposto giusto da cui partire. Non conta chi altri avrà il nostro stesso abito, l’importante è che a noi piaccia e che ci stia bene. E se poi diamo un tocco personale al tutto, il gioco è fatto.

Accessori in pelle, come proteggerli

Borse e cinture, ma anche scarpe in pelle sono degli accessori molto delicati: ecco qualche consiglio per proteggerli.

OLYMPUS DIGITAL CAMERALa pelle va protetta, curata e tenuta bene. Questo vale in particolare per le borse, ma anche per cinture, scarpe e per i guanti: se vogliamo che la pelle si mantenga bene nel tempo non dobbiamo tralasciare nulla, mai lasciare niente al caso. Ecco una sorta di vademecum per la conservazione della pelle per quanto riguarda gli accessori.

1. Non usare mai in spiaggia. La sabbia è nemica della pelle e la deteriora: per questa ragione borse e scarpe in pelle devono essere lasciate necessariamente a casa. Suvvia, ci sono ben altre occasioni in cui potrete sfoggiarle.

2. Quando borse e scarpe in pelle vengono conservate per periodi più o meno lunghi in armadi o guardaroba, devono essere messe in forma con dei giornali. Per quanto riguarda le borse, il discorso vale sia per quelle che hanno una forma morbida, sia per le borse rigide: i giornali vanno accartocciati ma non troppo per fare volume e conservare così le fattezze originarie. Per le scarpe: i giornali vanno accartocciati in modo molto più serrato e infilati ben bene nelle punte delle scarpe, soprattutto durante i cambi di stagione.

3. Borse, scarpe e cinture vanno nutrite con la crema, trasparente o dello stesso colore della pelle, quando si effettua il cambio di stagione. Bisogna ricordarsi però di non mettere subito tutto nell’armadio, perché la crema ha bisogno di asciugarsi, perché altrimenti sporcherebbe tutto quello con cui potrebbe venire a contatto.

4. Niente sapone o detergenti vari per lavare la pelle: per pulire macchiette bastano anche le salviette che si usano per pulire il sederino ai neonati, mentre di norma, per una pulizia più profonda, si può optare per il latte detergente, passato con dell’ovatta o con quei dischetti che solitamente utilizziamo per struccarci la sera.

Guanti, cosa dice il bon ton

Anacronismo o semplice buonsenso? Indossare i guanti è un’azione che deve essere contenuta in una certa etichetta? Ecco cosa dice il bon ton, soprattutto per le donne.

bon-ton-guanti

È brutto vedere una donna che si toglie i guanti con i denti?

Certo che sì, e non ci vuole il ricorso al bon ton per capirlo, basta un attimo di buonsenso. Sono tanti i dettami del bon ton in materia di guanti, cosa fare e cosa non fare assolutamente: per esempio, il gesto di togliere i guanti con i denti non è assolutamente tollerabile, in particolare per una donna, sebbene si abbia entrambe le mani e le braccia occupate.

I guanti andrebbero indossati sempre per strada o nelle situazioni pubbliche, come un red carpet, a teatro, al cinema. Fanno eccezione tutte quelle situazioni che richiedono l’uso della mano destra (o la sinistra, se si è mancine), per cui andrebbe tolto un solo guanto, quello che si usa solitamente per scrivere, per fumare (oddio, che orrore la puzza di fumo sul guanto!), e così via. Quando si entra in una casa, dopo il saluto, con la mano destra sempre libera, ci si può togliere anche l’altro guanto.

Per strada, non ci si deve mai togliere i guanti, a meno che non si sia un uomo e si stia per salutare una donna che ne è sprovvista, almeno questo dice il bon ton. Teoricamente, i guanti lunghi sarebbero da indossare soltanto all’interno di un dress code indicato esclusivamente per determinati tipi di cerimonie, in genere molto solenni. Ma negli ultimi anni, si sta assistendo a un proliferare di guanti lunghi realizzati non solo in seta, ma anche in lana o in pelle, particolarmente indicati per una festa di sera, soprattutto qualora faccia freddo e si sia indossato un abito smanicato o a maniche corte anche in pieno inverno.

Moda: comprare online o utilizzare lo shopping tradizionale?

Lo shopping online è utile? Ed è sicuro? Alcune considerazioni a margine di un fenomeno che prende sempre più piede.

acquisto sicuroLo shopping online (in particolare nell’ambito della moda guanti) è un fenomeno che sta assumendo dimensioni sempre maggiori con il passare del tempo.

Non sta però soppiantando lo shopping tradizionale: quando si ha tempo e possibilità, andare di negozio in negozio cercando quello che si preferisce è considerato da molti sempre il metodo ottimale per acquistare. In questo modo si possono sentire i tessuti sotto le dita, si possono provare e riprovare i capi alla ricerca della taglia giusta e così via.

Ma questo non significa che lo shopping online vada sottovalutato. Alcuni hanno paura che non sia sicuro, ma rivolgendosi ad aziende serie, dalle multinazionali alle piccole aziende artigianali, il problema non esiste: l’azienda ha tutto l’interesse a generare feedback positivi, soprattutto se i prodotti che fornisce sono buoni, soprattutto nel campo della moda.

In più, fattore da non sottovalutare, molto spesso le aziende si orientano a offrire lo stesso prodotto online a un prezzo più basso rispetto alla vendita al dettaglio. Questo perché il Web non necessità di costi aggiuntivi che vanno a gravare sul prodotto, il cosiddetto ricarico, che consta di spese per il personale, spese di gestione, come linea elettrica e telefonica per esempio, e spese di trasporto. Inoltre, un prodotto si può scegliere comodamente dalla propria poltrona, secondo i propri gusti e i propri desiderata.

Quello che potrebbe fare eccezione, ma non sempre, potrebbe essere l’acquisto delle scarpe. Oltre l’incredibile romanticismo che esiste nell’acquisto delle calzature in un negozio, le scarpe devono essere misurate personalmente, per rendersi conto se sono comode oppure no, anche se naturalmente anche nell’online ci possono essere delle eccezioni. Il consiglio migliore è adattarsi verso marchi che si è già provati: quando fanno male i piedi non ce n’è per nessuno.

Guanti e borse: le tendenze autunno 2013-inverno 2014

Milano Fashion Week ha lanciato le tendenze per la prossima stagione autunno-inverno: ecco quali sono quelle relative a guanti e borse.

Quali saranno le nuove tendenze autunno-inverno in termini di guanti e borse? Ce lo dice la Milano Fashion Week che si è tenuta di recente.

b251 indaco color + gloves 2474 magenta color

Intanto, prendiamo in esame Anteprima, che ha lanciato un outfit che prevede guanti in pelle a tre quarti e gonna longuette o miniabito: in altre parole, si vuole tendere a un gusto retrò che mescola stili e tendenze che sono stati in evidenza in differenti epoche.

Tra le epoche prese in esame dalle ultime tendenze della moda, sicuramente ci sono gli anni ’60 e ’70: via ai disegni optical, magari accentuati da contrasti bianco-nero di guanti, borse, e scarpe. Questa caratteristica si è potuta notare durante il defilè di Ports in particolare. Ma anche la moda da strada non è stata da meno, sfoderando look in total black, con guanti neri, evidenziati da dettagli come borse in tinte tenui che ricordano la primavera, forse a rischiarare i cieli neri che si attendono quando fa freddo. Gli accessori come guanti e borse, inoltre, strizzano l’occhio al design: ed è così che nascono bauletti dalle forme particolari e insolite, anche queste spesso in bianco o in nero.

Un discorso a parte meritano gli outfit proposti da Prada e Fendi: il primo ha ripensato il look promuovendo un’evoluzione cromatica del mix and match. Qui la borsa non corrisponde al colore delle scarpe o dei guanti, anzi, tutto è pensato in maniera da essere di sicuro impatto, con tinte forti e accese, verde-verde, rosso-rosso, giallo giallo. Per quanto riguarda Fendi, anche qui i colori accesi la fanno da padrone, ma in un modo assolutamente differente: tutto deve essere abbinato, e quindi un outfit in cui prevale il fucsia non deve ammettere altri colori, e questo vale anche e soprattutto per guanti e borse.

Guanti donna, il modello Vilma

Il modello Vilma di Guanti Simeone è un modello di guanti donna fashion assai versatile, che si sposa perfettamente con la moda dei pois.

Guanti donna modello Vilma

Ultimamente, stiamo assistendo a una tendenza della moda, secondo cui tutto ciò che è vintage è assolutamente fashion. Il modello Vilma di Guanti Simeone nasce da questa rendenza, dei guanti donna in nappa foderati in puro cashmere. La parte alta del guanto è realizzata con tre incastri di pelle scamosciata con stampa con motivo flock, disponibile in fucsia e in verde olive, e la finitura con il bordo in pelle ed elastico al polso. La parte alta è fatta di suede.

Questi guanti sono adatti a tutte le situazioni, formali o informali. Per le situazioni formali è meglio vestire di scuro a abbinare accessori in pelle nera, come gran parte dei guanti eccettuando la parte alta che contiene la fantasia flock. Per le situazioni informali si può spaziare anche con il mix & match. Si tratta di una delle ultime tendenze della moda, che mescola le fantasie più disparate.

Questo fenomeno viene incontro a tutte le donne che riempiono i propri armadi con gli stili più disparati: si possono mettere insieme magari una gonna a righe, una camicetta scozzese e questi guanti donna, giusto per fare un esempio. Da provare dei motivi optical in bianco e nero, un po’ retrò e un po’ anni ’70 in abbinamento con la variante fucsia di questi guanti. Si può spaziare anche con gli accessori, ma è meglio sceglierli nei colori relativi alla parte alta dei guanti, così, per non stonare troppo.

Questi guanti donna possono essere indossati da donne di tutte le età, dai 18 anni ad libitum, purché si ami il colore, si abbia voglia di mettersi in gioco con la propria immagine e quindi con il proprio abbigliamento, si voglia essere un po’ fuori dagli schemi.